This is not an image

Islanda - Ring Road

🇮🇸

2021

Da

ven
30
lug

a

mar
10
ago

Mappa

#0 Keflavik

Ritiro auto


Photo from a stop of this diary

La felicità nel vedere il Jimny! Colore stupendo


Il mio mood è OTTIMO

Mood 5 su 5

#1 Rejkyavik

Photo from a stop of this diary

La via più famosa, colorata per il Pride è rimasta in eredità alla città


Photo from a stop of this diary

Un murales a Reykjavik. Mi è piaciuta subito la frase


Reykjavik è piccola rispetto alle altre capitali europee ma molto viva, piena di musica e di giovani. Peccato avere così poco tempo da dedicarle


#2 Thingvellir

Primo parlamento islandese


Photo from a stop of this diary

L’Islanda ci accoglie con delle nuvole di colore grigio scuro. Il sogno di trovare il sole anche qui è già svanito


#3 Gulfoss

Photo from a stop of this diary

#4 Geysir

Photo from a stop of this diary

Il geyser Strokkur tra un’eruzione e l’altra


In questo parco è possibile vedere eruttare i geyser. Le attrazioni principali sono due: il grande geyser che non erutta dai primi anni del 2000 e Strokkur che erutta ogni 10 min circa con getti da 20 a 40 metri di altezza. Devo dire che l’impatto è veramente super figo e anche esplorare tutto il parco merita sicuramente una visita, nonostante la puzza di uova marce.
Qui scopriamo anche dei due ori di Tamberi e Jacobs!


#5 Kerid

Abbiamo ripiegato su questo cratere perché la visita alla secret lagoon ci avrebbe portato via troppo tempo


In quei 5 minuti in cui è uscito il sole è stato molto scenografico, i colori sono fighissimi


Photo from a stop of this diary

#6 Stay for a tree

Photo from a stop of this diary

I nostri unici vicini di casa


Alloggio molto carino a Selfoss, spesi circa 126 euro a notte


#8 Seljalandsfos


Si parcheggia direttamente sulla strada, ed è possibile girare intorno alla cascata tramite un sentierino.
Sarebbe stato importante avere un kway o delle calze di cambio perché ci si bagna un casino


#9 Skogafoss

Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary


#10 Promontorio di Dyrholaey

Photo from a stop of this diary

La spiaggia nera vista dall’alto


#11 Lighthouse

Photo from a stop of this diary

Siamo arrivati al faro dopo una passeggiata di circa 30 min. Abbiamo camminato tantissimo!


Photo from a stop of this diary

La vista da qui è incredibile e finalmente è uscito il sole


Photo from a stop of this diary

#12 Reynir (Vik)

Dormiamo all’Hotel Katla, che ha una piccola vasca idromassaggio all’esterno molto carina e pieno di local.


Abbiamo trovato questo posto che si chiama The Soup Company per cenare. Si può fare gratuitamente il bis


Photo from a stop of this diary

Terribile


Non prendete la zuppa messicana


#13 Fjadrargliufur

Si raggiunge attraverso un percorso pedonale



#14 Vatanajokull

Ghiacciaio di circa 8100 km2


Purtroppo la giornata è molto nuvolosa e non riusciamo mai a vederlo bene


#15 Svartifoss

Cascata che si raggiunge attraverso passeggiata di circa 45’ dal parcheggio del campeggio



#16 Jokulsarlon

Photo from a stop of this diary

Dall’altra parte della strada c’è la spiaggia sull’oceano con il ghiaccio


Il primo parcheggio lungo la strada porta al punto meno turistico e con meno iceberg. Il secondo invece porta al punto da dove partono le crociere tra gli iceberg


Photo from a stop of this diary

Mi ha fatto molta impressione sentire il rumore del ghiaccio che si scioglie


#17 Hofn


Soggiorno al Dynjandi Farm Holidays (135/notte). La tizia è molto simpatica, ci consiglia alcune attrazioni sulla strada per il giorno seguente


Alla fine il panino era terribile


#18 Fiordi orientali

Photo from a stop of this diary


On the road


#19 Hengifoss

#20 Seydisfiordur

Molto carina, purtroppo il clima non è dalla nostra. Dormiamo in un ostello ma molto pulito e ceniamo nell’unico posto aperto dove consociamo due ragazze di Milano


Dalla disperazione prendo una pizza ma veramente vomitevole


Photo from a stop of this diary

Notare la nebbia dietro la chiesa!


#21 Studlagil Canyon

Photo from a stop of this diary

Aka il
Canyon di Instagram


Photo from a stop of this diary

Il punto panoramico si trova a ovest del canyon: noi abbiamo preferito il lato est. Si prosegue ancora in auto dopo il primo parcheggio (meglio 4x4 o comunque andare piano). C’è poi un secondo parcheggio e sono circa 40 min di cammino


Il canyon è bellissimo, fondamentale che ci sia il sole per poter vedere il colore verdissimo dell’acqua


#22 Dettifos

Photo from a stop of this diary

La più impressionante cascata mai vista in vita mia


#23 Selfoss

Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary

Insieme di tante piccole cascatine, contrariamente a Dettifoss trasmettono un grande senso di tranquillità


Noi abbiamo visitato entrambe le cascate dal lato est, partendo da Dettifoss c’è poi un sentiero un po’ scivoloso ma fattibile lungo un km che porta a Selfoss


#24 Grimastadir

Arriviamo a Grimstadir. Dormiamo in una guesthouse, da due signori un po’ anziani che non parlano bene inglese. La loro casa è bellissima!


Siamo nel posto più sperduto che io abbia mai visto, senza case, persone, animali, nulla. Solo cielo e terra. Partiremo da qui domani per andare ad Askja.


Il primo benzinaio è a 70km. Ci andiamo per fare il pieno al Jimny che consuma come un Boeing 747


Photo from a stop of this diary

#25 Askja

Oggi è la giornata che più abbiamo atteso. Andiamo ad Askja, il cratere di un vulcano in mezzo all’isola in cui si può fare il bagno (c’è una specie di lago con acqua calda visto che sotto c’è il fuoco). Per sicurezza, siccome non ci sono benzinai sulla strada, ci facciamo fare un rabbocco di benzina dal tizio della guesthouse. Il tizio però si vuole fare pagare (noi avevamo inteso ce la regalasse) così gli smolliamo 5 euro che avevamo nel portafoglio.


Photo from a stop of this diary

Con il tizio della Guesthouse


Photo from a stop of this diary

Da qua non si torna più indietro


Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary

In Islanda le strade più sono disastrate più hanno cifre nel nome. Le strade con 3 cifre è una F davanti sono le peggiori, da fare solo con 4*4 e molto pericolose. Sono circa 100km ad andare e 100 a tornare su strade che non sono strade: sabbie mobili, guadi, lava e rocce. Sono terrorizzata. Lungo la strada non prende il telefono e non ci sono case o persone. La strada da prendere è la F905 e poi la F910, poi si arriva alla stazione dei ranger da cui si prosegue per altri 15 min e poi 45 min a piedi.


Photo from a stop of this diary

Finalmente ad Askja


Facciamo il bagno in quel lago azzurrino. L’acqua sembra latte e puzza da morire essendo un vulcano


Il tutto è una figata epica!


#26 Husavik

Photo from a stop of this diary

Di ritorno da Askja


Dopo Askja andiamo a Husavik. Domani ci aspettano le balene


#27 Husavik

Photo from a stop of this diary

Oggi andiamo a vedere le balene. Scegliamo la compagnia North Sailing


Conviene prenotare il tour qualche giorno prima


#28 Hverarond

Photo from a stop of this diary

Photo from a stop of this diary

#29 Godafoss

Photo from a stop of this diary

Godafoss


#30 Hverfjall

Photo from a stop of this diary

Il cratere de vulcano Hverfjall


Un altro luogo surreale


Si tratt di un vulcano con uno dei crateri meglio conservati al mondo


Si sale per circa 400m lungo il pendio del vulcano e poi è possibile fare un giro lungo circa un’ora (un km di diametro)


#31 Akurery

Photo from a stop of this diary

Oggi giornata di viaggio da Akurery a Illugastadir


#32 Penisola di Vatnsnes

#33 Hvammstangi

Photo from a stop of this diary

Prima di arrivare al nostro alloggio andiamo a vedere questa cascata che si chiama Koluglufur. Rispetto ad altri non è niente di che ma vediamo un salmone saltarci dentro


Photo from a stop of this diary

Arrivati al nostro alloggio nel nulla a Hvammsangi


#34 Penisola di Snaefellaness

Visitiamo oggi la penisola di Snaefalness


Photo from a stop of this diary

Il Jimny performa bene anche su lava. Sembra davvero di stare su Marte


Abbiamo trovato questo posto pazzesco sulla penisola in cui è possibile entrare in macchina (meglio se 4x4) e vedere i colori assurdi della terra.

Purtrpppo il tempo non è dei migliori, c’è tanta nebbia e molte delle attrazioni che dovevamo visitare non rendono al meglio


#35 Budakirkja

Photo from a stop of this diary

Chiesetta nera molto fotografata


#36 Monte Kirjufell

Photo from a stop of this diary

Monte famoso per essere apparso in qualche scena di GOT


Photo from a stop of this diary

Tentativi di foto romantiche riusciti male


Inizialmente non siamo riusciti a capire esattamente quale fosse il punto migliore per guardarlo e fotografarlo ma era facilissimo: dal punto dove c’è il parcheggio


#37 Londragar View Point

Photo from a stop of this diary

#38 Fagradasfjall

Photo from a stop of this diary

Volevamo tantissimo andare a vedere il vulcano attivo Fagradasfjall ma purtroppo non ha eruttato! È comunque un’esperienza magica. Questo è il campo di lava, incredibile. Nonostante non eruttasse abbiamo comunque visto dei punti in cui la lava era incandescente


Photo from a stop of this diary

Noi abbiamo preso il sentiero C che tiene il campo di lava sulla propria sinistra. Lo scenario dei sentieri e la visuale comunque cambia molto in fretta perché la lava modella e cambia tutto. Quando siamo andati noi stavano costruendo un altro parcheggio.


Crea il tuo diario.

What are you Wayting for?

Download on iosDownload on android